Ciack, si comincia… il nido

Da ieri Balù ha ufficialmente cominciato l’inserimento al nido. Dopo i nostri pomeriggi al nido in dicembre, che avevano l’obiettivo di fargli conoscere l’ambiente, ora siamo entrati nel vivo. Non andiamo più in orario di chiusura, quando i bimbi rimasti sono pochi, ma di mattina (anche perché Balù starà al nido dalle 8 alle 12), quando i bimbi ci sono TUTTI. Per lui, così curioso e attratto dagli altri bimbi, è un’emozione unica (almeno, così pare). Per me, refrattaria ai bimbi fino al suo arrivo, è una specie di epifania. Insomma, c’è sempre da imparare.

Avendo superato la soglia dei 9 mesi, come da manuale Balù si è ammalato di mammite, per cui ieri, giorno 1, non si è mai allontanato troppo da me e non mi ha mai perso di vista. Oggi invece abbiamo cominciato a divertirci, anche perché l’attività poposta ai bimbi, i travasi con la pasta, ha riscosso un notevole successo (aggiungiamoci poi delle panche a misura di bambino, l’ideale per appoggiarvi le manine e tirarsi in piedi, e possiamo dire che è sbocciato l’amore!).

Dicevo che per me è stata un’epifania: perché ho visto che davvero i bimbi, anche così piccoli, hanno già la loro personalità, e l’ho trovata una cosa meravigliosa; perché ho avuto la conferma che mandare Balù al nido è un’ottima idea, un regalo che faccio a lui e al suo sviluppo. Da discorsi sentiti da più parti ho avuto netta l’impressione che il nido venga considerato un parcheggio. Il bambino non ha istinti “socievoli” prima dei 3 anni, dicono, per cui il nido non ha senso. Serve solo perché così la mamma che, poverina, vive in una città senza nonni e per di più lavora (eccomi!), ha un posto in cui mollare il figlio. Ok, niente di più sbagliato. Cioè, magari esistono nidi-parcheggio, ma non è il caso di quello che abbiamo scelto noi. E non penso che sia una questione di privato VS pubblico (anche se, purtroppo, del pubblico non ho esperienza) e che quindi la questione si riduca, banalmente, al costo.

L’impressione che ho avuto oggi è che il nido aiuti i bambini a sviluppare la propria autonomia e la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità. Mi sembra un regalo bellissimo da fare a mio figlio. Credo che se i nonni fossero qui e potessi contare su di loro Balù andrebbe al nido mezza giornata. Tra l’altro, per noi che veniamo da allattamento a richiesta e di-giorno-dormo-quando-ho-sonno, avere degli orari fissi è una piccola rivoluzione che però, a quanto pare, arriva al momento giusto perché Balù, nonostante il ritorno a Milano e l’ingresso al nido, è tranquillo. Anzi, più tranquillo e sereno del solito. Almeno per ora.

Ok, ammetto che non sarei stata tranquilla a lasciarlo al nido prima di adesso, prima cioè che sapesse gattonare spedito (mi rassicura sapere che può muoversi in autonomia) e fosse in grado di farsi capire abbastanza chiaramente. E non so bene come la prenderò quando lui resterà al nido senza di me, però adesso so che sarà un mio problema, perché lui vivrà emozioni e avrà stimoli positivi e tornerà poi da me… più “grande”. (E 4 ore passano in fretta!)

Annunci

3 thoughts on “Ciack, si comincia… il nido

  1. Penso che tu abbia fatto la scelta giusta! Anche Nicole frequenta il nido un paio di giorni a settimana e nonostante io potrei tenerla a casa sono contenta che stia a contatto con altri bambini e che faccia nuove esperienze e nuove attività! 🙂 Già che sono qui ne approfitto per invitarti a visitare la nuova veste del mio blog all’indirizzo http://www.momeme.it! Iscriviti alla newsletter per non perderti nulla! Ti aspetto come sempre! Sei carinissima e ti seguo!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...