Kit di sopravvivenza per neomamme

Se tornassi indietro di 15 mesi, l’età che ha ora mio figlio, e potessi dire a me stessa neomamma cosa avere/fare per sopravvivere ai primi tempi, mi direi:

1) Usa ogni momento libero per riposare. Ma davvero. Quando tuo figlio dorme, dormi anche tu. Non importa se la casa fa schifo e il papà sembra non notarlo. Non lavorare e non occuparti delle faccende domestiche se prima non hai dormito.

2) Non fare la super donna. Non ce la puoi fare a resistere per 12 mesi. Ti aspettano 9 mesi di notti insonni: riposa ogni volta che puoi, altrimenti crolli (lo so, questo punto ricorda molto il precedente, ma non riposare, lavorare da casa e in casa per me è stato deleterio!) E cerca di ritagliarti un po’ di spazio per te (per cose frivole), perché anche se è tuo figlio, stare con lui e dedicarti a lui ed essere a sua disposizione 24 ore su 24 tutti i giorni ti farà diventare pazza.

3) Di’ al papà di fare delle cose. Dagli dei compiti molto precisi (e semplici).  L’arrivo di un bambino cambierà, e di molto, il vostro rapporto. Ci saranno momenti difficili, ma passeranno.

4) Ripeti al papà le cose. Chiedigliele più volte. Sì, sono sempre le stesse. Sì, dopo tre volte dovrebbe avere imparato e farlo in automatico, ma siccome non è così, tu chiedi. E incazzati anche e diglielo, che sei stanca, senza sentirti in colpa, perché seguire un neonato è faticoso. E se non capisce e non collabora, vai qualche giorno da tua madre. Farà bene a entrambi. O comunque farà bene a te.

5) Chiedi aiuto ai nonni. Anche se sono lontani (chi ha i nonni vicini e disponibili e non deve cavarsela totalmente da solo ha una fortuna immensa!): il loro aiuto, di qualunque tipo o entità, è sempre una boccata d’ossigeno.

6) Fai scorta di coppette assorbilatte. Non è vero che fanno venire le ragadi, le puoi tenere indosso tutto il giorno. E il Tigotà è il negozio in cui quelle usa e getta costano di meno. (Le creme invece non servono a nulla: dopo 15 mesi senza creme, la mia pelle è perfetta, senza segni né smagliature.)

7) Quando vai a letto, rassegnati: le tette ti faranno male e spruzzerai latte a go-go. Prepara delle magliette pulite per rapidi cambi notturni e mettitela via.

8) Tieni sempre una bottiglietta d’acqua a portata di mano: allattare ti prosciuga.

9) Non dimenticare di mettere la Fissan sul sederino di tuo figlio. A quanto pare, è l’unica pasta che non glielo fa arrossare.

10) A un mese, tuo figlio non è in grado di capottarsi nel letto, muoversi da solo, rotolare o cadere. Davvero.

11) Non credere a quelli che ti dicono che loro figlio a 10 giorni dormiva già tutta notte. Mentono. E se non mentono, dovrebbero preoccuparsi.

12) Solo tu sai quello che è giusto per te e per tuo figlio. Sono gli altri a doversi adeguare. Ma sorridere ai consigli non richiesti non fa male.

13) Le punture di zanzara sulla pelle di tuo figlio fanno più effetto a te che a lui.

14) Anche se è molto più faticoso di quello che pensavi, ne vale la pena in un modo che non puoi immaginare finché non lo vivi.

15) Il difficile è l’inizio, poi è tutto in discesa!

 

 

Annunci

2 thoughts on “Kit di sopravvivenza per neomamme

  1. È che so che, se tornassi indietro, rifarei tutto uguale, e in fondo va bene così. Forse però sarei un po’ meno orgogliosa, chiederei aiuto quando sento di non farcela… forse, eh, perché il “ce-la-faccio-da-sola” a volte mi sembra incurabile! >_<

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...