Buzzi VS Mangiagalli: dove partorire a Milano

Dove partorire a Milano?

Giovedì sono stata a una cena tra mamme. E si è parlato, ovviamente, di cose da mamme – io mi ripeto che, finché non parlo solo di mio figlio con le mie amiche storiche, per me c’è ancora speranza. Ma visto che stanno tutte figliando, ho seriamente paura di diventare una di quelle donne che prima detestavo, quelle che parlano sempre e solo dei propri figli, come se prima non avessero avuto una vita!

Si è parlatobimbo con succhiotto del pediatra, dell’alimentazione e dei vari parti. E di nuovo della fama del Buzzi e della Mangiagalli. Ecco, devo dire che dopo tante cose “per sentito dire”, comincio a raccogliere un po’ di pareri di donne che conosco e mi stupisce che, contrariamente alle aspettative, sono molte di più quelle insoddisfatte del Buzzi.

Quando dovevo decidere dove partorire, un’amica già mamma (che però ha partorito a Verona) mi aveva detto che in Mangiagalli hanno il cesareo facile, mentre al Buzzi sono per il parto naturale duro e puro. Effettivamente, la voce girava e se andate a vedere i dati (non li trovo aggiornatissimi, ma più o meno credo siano sempre in quest’ordine di numeri) alla Mangiagalli i cesarei rappresentano il 40% dei parti, al Buzzi il 21%. Solo che non è poi così strano, visto che in Mangiagalli si concentrano le gravidanze ” complicate”. E insomma, alla fine io per varie ragioni ho optato per la Mangiagalli – che oltretutto è l’ospedale più vicino a casa (o quasi) e Daddy B poteva venire  a trovarci in bicicletta.

Mi sono trovata benissimo: sala parto bella, personale capace, camere doppie con bagno, struttura efficiente, attenzione a lasciare sempre il bambino con la mamma (room-in 24/24), ostetriche e puericultrici molto disponibili e preparate.

Ora che incontro altre mamme che hanno partorito più o meno insieme a me, mi accorgo che nessuna racconta di brutte esperienze in Mangiagalli, mentre del Buzzi tutte hanno qualcosa da ridire: ostetriche “antipatiche”, bambino portato al nido invece che lasciato con la mamma, cesareo fatto in extremis…

Le mie conoscenze non sono certo un campione rappresentativo, ma mi domando se il problema non sia il punto di partenza: chi partorisce al Buzzi ha grandi aspettative, proprio per la fama dell’ospedale, e non pensa di dover chiedere le cose, si aspetta che il personale sia attento ad anticipare i bisogni della partoriente, mentre chi partorisce in Mangiagalli sa che è un grande ospedale, che non si è un numero (non mi sono sentita trattata come tale), ma che magari per te è il primo parto, per loro il millesimo, e le cose le chiede.

Comunque sia, se vi hanno detto che in Mangiagalli:

  1. vi fanno partorire per forza sdraiate
  2. non c’è il room-in
  3. la struttura è vecchia

vi hanno raccontato fregnacce!

  1. Potete mettervi nella posizione che preferite (ci mancherebbe altro: è il vostro parto!)
  2. il bambino vi viene dato subito, anche dopo il cesareo (cioè, mentre finiscono di ricucirvi lo portano al papà) e poi resta sempre con voi a meno che non preferiate lasciarlo al nido per riposare un po’
  3. la struttura è decisamente accogliente (credo sia stata ristrutturata da poco).

In ogni caso, siccome siete voi che partorite, qualunque ospedale scegliate, non fatevi remore: chiedete tutto quello di cui avete bisogno, tutto quello che vi fa stare tranquille, e insistete per fare quello che vi fa stare meglio, soprattutto durante il travaglio e il parto!

Annunci

5 thoughts on “Buzzi VS Mangiagalli: dove partorire a Milano

  1. Io ho fatto due cesarei, il primo alla Pio X di Milano, dove mi sono trovata benissimo, e il secondo al San Giuseppe, sempre a Milano, dove la mia esperienza è da dimenticare, non per i medici, davvero preparati e bravissimi, quanto per le infermiere e le puericultrici, antipatiche e mai disponibili, anzi piccate se chiedevi qualcosa…(se fosse per loro sarei ancora qui ad aspettarle per andare in bagno). Molte ragazze che conosco hanno partorito al Buzzi e ognuna, per qualche motivo, se ne lamenta: l’opinione unanime è che, se per il bambino sono i numeri uno, invece le mamme proprio non le considerano, sono un po’ abbandonate a loro stesse…e dopo un parto, quando tutte ci sentiamo un po’ “diverse” (per usare un eufemismo!) non è proprio il massimo!

  2. Altroché se ci sentiamo “diverse”! Prima di partorire non avevo pensato fosse così importante, invece trovare brave ostetriche e puericultrici che ti aiutano DOPO il parto (soprattutto se è il primo!) fa la differenza, ancor di più se hai fatto un cesareo. Io non riuscivo nemmeno a prendere da sola mio figlio dalla culla, ma l’hanno messo subito in camera con me – come volevo io – e mi hanno aiutato tutte le volte che ho avuto bisogno.

  3. Io per ragioni di comodità ho partorito in Melloni e mi sono trovata bene. Ma come dici tu, non avevo nessuna aspettativa. In più ero preparata (o meglio, corazzata) e col senno di poi, penso che sarei stata bene quasi ovunque. Quanto a Buzzi Mangiagalli e compagnia contate, su ogni ospedale ho sentito pareri positivi e pareri negativi. La mia compagna di stanza, per dire, che stava partorendo esattamente nel mio stesso istante, non ha avuto un’esperienza altrettanto bella… Il parto è così delicato e soggettivo. Io, personalmente, la prossima volta vorrei avere la possibilità di partorire in casa. Chissà. 🙂

  4. A me l’idea del parto in casa non dispiaceva, ma ero certa di volere partorire in ospedale… e meno male! Dopo una gravidanza e un travaglio perfetti ho avuto un cesareo d’urgenza e ancora oggi mi chiedo: se avessi partorito a casa, come sarebbe andata a finire? Non so come si affrontano le emergenze nei parti in casa, ma sono molto felice di come l’hanno gestita in Mangiagalli!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...