Turisti a Milano: Il Museo di Storia Naturale

museo civico storia naturale milanoLa scorsa settimana abbiamo vissuto Milano un po’ da turisti. Oltre all’Acquario siamo stati a visitare un altro museo civico, quello di Storia Naturale.

Il museo è in corso Venezia, all’interno dei giardini, a poche decine di metri dal Planetario. I giardini sono molto belli e spesso ci siamo fermati qui a giocare o a fare un picnic, ma stavolta la nostra meta era il museo. Avevamo un po’ paura che Balù (16 mesi) potesse stufarsi, ma io e Daddy B eravamo decisi a seguire i suoi ritmi di visita, non a imporgli i nostri, e infatti è andato tutto bene.

La collezione del museo è davvero ricchissima e i percorsi sono molto interessanti. Mi sarebbe piaciuto fermarmi a leggere con più calma i pannelli, sono certa che avrei imparato un sacco di cose (tra l’altro, i pannelli sono fatti molto bene, hanno più livelli di lettura e non sono né lunghi né pedanti!), ma era Balù a dettare il ritmo. Così abbiamo gironzolato per il piano terra, fermandoci a guardare la teca dei granchi giganti del Giappone e arrivando poi in frettissima ai primati (con buona pace delle sale con insetti e pesci!). Dopo aver girato un po’ nelle sale dedicate all’evoluzione dell’uomo e aver salutato le scimmie, siamo andati a trovare i dinosauri. Davvero suggestivi!

dinosauri museo milano

Siamo poi saliti al primo piano, con grande gioia di Balù. A saperlo, sarebbe stato meglio partire dal primo piano. Perché? Perché li ci sono gli animali.

Balù, che oltre ai pesci stravede per gli elefanti, sarebbe rimasto in perpetua adorazione della testa di elefante che domina la rampa di scale.

Si è però lasciato convincere a proseguire il giro (gli ho detto che più avanti c’era un elefante intero e – per mia fortuna – era la verità. Anzi, gli elefanti sono due: in un diorama c’è quello africano e in un altro quello indiano). Gli sono piaciute molto le vetrine con i vari mammiferi, meno quelle con gli animali nel loro ambiente e poco i fossili. Però nel complesso ci è sembrato molto soddisfatto della visita.

Dopo un doveroso saluto all’elefante, siamo usciti e, visto che era quasi ora di pranzo, ci siamo incamminati verso casa invece che fermarci al parco.

Quando Balù sarà più grande non ho dubbi che il Museo Civico di Storia Naturale gli piacerà ancora di più (e io non vedo l’ora di tornarci), ma è stata comunque una mattinata molto piacevole e diversa dal solito. E lo ammetto: non avevo idea che il museo fosse così interessante!

Annunci

2 thoughts on “Turisti a Milano: Il Museo di Storia Naturale

  1. Quando facevo la babysitter era un mio “bene rifugio”: quando non sapevo proprio dove sbattere la testa, tutti sulla 61 e via a vedere lo scheletro del dinosauro!… A meno che non ci fosse pioggia scrosciante… 😛

    1. In effetti stavo pensando di fare la Museo Card per assicurarmi l’ingresso a tutti i musei civici per un anno… potrebbe essere una buona idea, nel mio caso soprattutto per i weekend di pioggia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...