L’organizzazione è la chiave di tutto

Sul lavoro sono sempre stata una persona molto organizzata. Fortunatamente sono fatta così perché, dovendo gestire il lavoro di più persone e coordinare quello di più uffici essere molto ben organizzati è una cosa che torna utile (e non solo a te). L’organizzazione, un’ottima memoria e a una buona capacità di problem solving (perché ok essere organizzati, ma gli imprevisti sono dietro l’angolo!) sono sempre state le mie qualità professionali più apprezzate.

Tanto sono organizzata sul lavoro, tanto ho sempre vissuto il resto della mia vita senza tabelle né orari. La mia scrivania è ordinatissima, ma la mia camera tende al delirio. Ricordo date e scadenze ma poi il frigo è vuoto e si cena fuori. O, almeno, era così.

Da che Balù ha cominciato a mangiare con noi, avere il frigo vuoto è diventato improponibile. E non solo: da quando c’è Balù, organizzare anche il resto della mia vita si è rivelato piano piano fondamentale per riuscire a fare tutto. E lo dice una che, al di fuori del lavoro, era allergica alla parola “organizzazione”. L’ho sempre trovata una cosa da maniaci ossessivi. Che bisogno c’è di organizzare, quando è così bello prendere quello che arriva?

Ho scoperto però che c’è un’organizzazione sana: quella che non si fossilizza e non impone, un’organizzazione non prescrittiva ma “ottimizzante”, che ti libera dagli imprevisti brutti ma senza privarti di quelli belli. Insomma, nella mia vita sono entrati una serie di accorgimenti che mi permettono di fare molte più cose e farle meglio.

Sono tre gli strumenti della mia organizzazione domestica. Banali magari, ma per me sono stati una rivoluzione:

  • Il meal planning: non pensavo l’avrei mai adottato né tantomento mantenuto, invece il meal planning è entrato in casa nostra e non ne è più uscito. La domenica io e Daddy B segniamo cosa mangeremo a cena (i pasti con Balù) per tutta la settimana. Il risultato? La spesa è mirata, non c’è niente che rischia di andare a male in frigo e quando Balù esce dal nido posso stare con lui al parco senza l’ansia di dovermi inventare qualcosa per cena. Poi se all’ultimo si decise di mangiare fuori… be’, poco male – in più esite il freezer!
  • Il calendario di famiglia (o il Monthly Family Planner): in rete ce ne sono svariati che si possono stampare gratuitamente (o, se lo volete elettronico, c’è Cozi, che è pure gratis ma io il calendario lo voglio bello in vista sul frigo!), ma non ho ancora trovato quello che mi soddisfa pienamente (anche perché vorrei integrarci il meal planning… Me lo sto disegnando da sola nei ritagli di tempo, poi lo condividerò!) Comunque il concetto è semplicissimo: sul calendario segno gli impegni di tutta la famiglia così so già quando Daddy B non c’è e Balù sta con me o viceversa e riesco a ritagliarmi il tempo per vedere con calma qualche amica 🙂 E insomma, mi basta uno sguardo per avere idea degli impegni di tutti.
  • Le liste “To do”: ho imparato ad aggiungere alla lista di cose da fare per lavoro quella di cose da fare per me, casa e famiglia. Anche se non sono urgenti e non hanno una data precisa, me le segno: il solo vederle scritte mi rassicura e mi permette di non averle come pensiero di fondo. Magari metto anche un promemoria sul telefono, ma – come per il calendario – mi piace vederle tutte insieme su carta. E mi sto anche imponendo di fare una cosa: invece di segnare come To do una cosa che posso fare subito (tipo chiamare il pediatra per prenotare la visita filtro), chiamo direttamente, così evito di avere liste infinite, che poi scoraggiano.

Insomma, diciamo che ho creato una griglia in cui incasellare tutto per non perdere i pezzi e ottimizzare il tempo, ma è una griglia in cui non mi sento prigioniera, anzi: sarà che settembre, con quel clima da nuova partenza, mi rende iperpropositiva, ma mi sembra davvero così di riuscire a fare più cose. E di farle con meno affanno!

Annunci

9 thoughts on “L’organizzazione è la chiave di tutto

  1. Sono proprio come te! Un treno al lavoro, ma fuori… ora sono in fase di calibratura per il meal plan. Spero di aver trovato la mia via, che finora non c’era. Il family planner per me non funziona perchè preferisco avere tutto sulla mia agenda in funzione di quello che devo fare io. mentre sulle to do list sono la mia salvezza!

    1. Il family planner è una new entry… però per ora promette bene. Le liste invece… sarò un po’ pazza eh, ma mi basta mettere per iscritto una cosa da fare che ho in testa per sentirmi subito più leggera! 🙂

  2. Quando lo racconto sembro pazza, ma io sono stata salvata da fly lady. Se non la conosci, fatti una ricerca (e due risate). Per me è stata una mano santa quando, incinta, stavo annaspando in un nesting maldestro e inefficace… E da quel momento non l’ho più abbandonata!

  3. Il meal planning non l’ho mai fatto, mi piace scegliere al momento, ma in frigo (e freezer) tengo sempre cose che si possono preparare in 10 minuti come ‘salvacena’. Invece…amo le to do list, da un po’ le faccio tipo mappa mentale, così vedo tutto al volo 😉

    1. Eh, le To do list a me servono per dormire bene la notte dai tempi dell’università (io e il mio maledettissimo senso del dovere!). Il meal planning invece è venuto in mio soccorso 4 o 5 mesi dopo aver cominciato ad autosvezzare Balù… Prima per me il salvacena era prendere una pizza – peraltro Balù ne va pazzo, ma più di una a settimana mi sembrava eccessivo!

  4. Sono pienamente d’accordo con te, anche io fanatica dell’organizzazione, rodata per studio e lavoro ma ancora in progress in famiglia.
    Per la gestione familiare ho provato anch’io Cozi, ma alla fine sono tornata a Google calendar così almeno lo guarda anche mio marito. Il meal planning mi manca, un passo alla volta magari arriverò anche a quello. Le To do list invece sono la mia salvezza… non posso vivere senza!

    1. Ahah, anche qui Cozi è naufragato perché il papà non lo guardava mai! Invece al calendario di famiglia sul frigo si sta abituando 😉 E le To do list… come vivere senza? (Eh, siamo donne senza spranza, mi sa!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...